Regole delle Primarie: in risposta a Frondolino

Vorrei rispondere a Fabrizio Rondolino, in primis, e implicitamente a Matteo Renzi e a tutti coloro che inveiscono e gridano allo scandalo nei confronti delle nuove regole deliberate per le primarie della coalizione di centrosinistra che concorrerà alle prossime elezioni politiche.

Il giornalista ha pubblicato su Twitter (@frondolino) uno schema che raffigura in modo trasparente il mutamento delle regole delle primarie. Che egli giudica vergognoso, ingannevole e truffaldino.

La questione è ora, come polemicamente esposta da Renzi e da molti suoi sostenitori, se queste nuove regole siano legittime e giustificate normativamente, oppure se si tratti solo di un tentativo di mettere i bastoni fra le ruote ad un candidato pericoloso che potrebbe minare le fondamenta del partito e detronizzare il gruppo dirigenziale.

Personalmente ritengo che le nuove prescrizioni siano non solo giustificate, ma necessarie, nella misura in cui la candidatura di Renzi ha portato in superficie una serie di questioni meritevoli di regolamentazione.

I punti più caldi sono due. La registrazione, prima delle elezioni primarie, ad un albo (alla ragguardevole cifra di 2 €); registrazione che include la sottoscrizione pubblica di sostegno alla coalizione di centrosinistraItalia Bene Comune” e la dichiarazione di riconoscersi nella sua Carta d’Intenti. Successivamente si riceverà un certificato di elettore della coalizione. Tale provvedimento mira a neutralizzare, o comunque limitare (vista e considerata la segretezza del voto), il rischio di intromissioni estrinseche di elettori del centrodestra aventi l’unico scopo di manipolare il risultato delle elezioni. Chi vota alle primarie del centrosinistra dovrebbe poi impegnarsi a votare per la medesima coalizione alle elezioni politiche. Viceversa tali votazioni esprimerebbero non un candidato di coalizione, ma un personaggio risultante da un coacervo disordinato di ideali politici e non identificantesi con i valori della Sinistra. Il problema in questo caso è stato posto in maniera rilevante dalla candidatura di Renzi in quanto molti elettori di centrodestra si identificano nei suoi ideali e promuovono il suo programma di governo, decisamente liberista e più vicino ad una sinistra clintoniana o blairiana. Legittimo esserlo. Ma gli elettori di Sinistra di lui che ne pensano? La loro opinione, e la loro sola, è ciò che dovrebbe scaturire dalle primarie. Che cosa mi vieterebbe altrimenti, nell’ipotesi (suggestiva quanto utopistica) di primarie del centrodestra, di votare per entrambi gli schieramenti?

Il secondo punto è quello riguardante il diritto di voto ai minori di 18 anni, prima concesso, ed ora non più. Non credo ci siano da spendere più di due parole sul fatto che risulta piuttosto contraddittorio permettere ai minorenni di votare per delle primarie relative a elezioni politiche cui poi non potranno partecipare. Piuttosto si potrebbe, come avviene ad esempio in Francia, permettere il suffragio a coloro che compiranno le 18 primavere prima delle elezioni politiche.

Il fatto che Renzi si inalberi tanto deriva dal fatto che proprio su queste due fessure del regolamento egli aveva improntato tutta la sua campagna elettorale: la possibilità di rimediare voti non solo tra gli indecisi ma anche tra gli esuli del centrodestra, con un programma di spiccato impianto liberista, da un lato; e l’ostentata giovane età, che di certo attrae maggiormente le nuove generazioni, dall’alto. Prima di oggi, e prima di Renzi, tali problematiche non si ponevano, e pertanto la regolamentazione poteva essere più duttile, più distesa. Ora, però, che il presente ci pone dinanzi a novità non disciplinate e potenzialmente deleterie per le sorti della Sinistra, non mi sembra un male che essa si tuteli dai rischi ad essa estrinseci e dalle furberie degli avversari. Che anzi, già fronteggiare quelli interni, sia di pericoli sia di furbi, è uno sforzo mica semplice.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...